dove studiare all'estero?

Home Forum Off topic dove studiare all'estero?

Questo argomento contiene 72 risposte, ha 15 partecipanti, ed è stato aggiornato da Foto del profilo di Eleees Eleees 1 mese, 1 settimana fa.

Stai vedendo 13 articoli - dal 61 a 73 (di 73 totali)
Autore Articoli
Autore Articoli

Anonimo

said

quote:


Ciao, scusa se ti rispondo con ritardo ma ho appena visto il tuo messaggio. Io ho studiato in Inghilterra a Londra. La mia università si chiama City University (cercala pure con google). Questa offre due percorsi formativi. Uno è l’Undergraduate che dura 4 anni e l’altro è il Postgraduate che dura 2 anni. Quest’ultimo è un percorso più breve ma molto intenso per chi ha già una prima laurea. Ci sono altre due università che offrono corsi simili ed è University College London (UCL)e Reading University (Reading è una cittadina fuori Londra). Sono tutti corsi molto validi, UCL è più accademico mentre a City University ci sono più ore di tirocinio. Sono anche tutti corsi a numero chiuso, però a differenza di quelli italiani non devi fare un esame d’entrata ma devi fare esperienza con adulti o bambini che hanno problemi di linguaggio e di comunicazione prima di poter fare domanda all’università. La selezione avviene attraverso una domanda da inviare all’università. Se questa sarà accettata sarà seguita da un colloquio dove chiaramente parlerai di questa esperienza (già citata nella domanda). Comunque ci sono altre università che offrono il corso, Sheffield e Newcastle se non sbaglio e poi chiaramente in Scozia (cerca con google, mi sa che ne ho tralasciate alcune). Potresti se vuoi anche controllare le università a Dublino (Trinity College credo). Spero di esserti stata di aiuto ma se hai altro da chiedere scrivimi pure. Ciao Lore

Scritto Da – Lycinea on 03/01/2012 15:52:28

Scritto Da – Lycinea on 03/01/2012 15:53:44


MARCELLO VEZZARO

Anonimo

said

ciao, posso avere un tuo contatto per avere maggiori informazioni? grazie

MARCELLO VEZZARO

Anonimo

said

Ciao Lycinea, ho provato ad avere più informazioni all’interno del forum ma nessuno ha saputo darmi una risposta e siccome ho trovato il tuo post super interessante (credo sia il migliore in merito a tale argomento) e con tutte le informazioni che cercavo ti chiedo gentilmente di lasciarmi un tuo contatto oppure di contattarmi, se per te non è troppo disturbo, avrei bisogno di consigli che soltanto tu potresti darmi. Ti lascio la mia email: annart89@gmail.com

Grazie mille e scusami per la richiesta ma è davvero molto importante. Complimenti per il post super dettagliato.

Buona serata 🙂

Foto del profilo di elef90

elef90

said

ciao Lycinea,
grazie mille del tuo tempo, non è facile per noi italiani trovare informazioni sulla formazione e lavoro all’estero in ambito logopedico.
io sono laureata in logopedia da un anno e sto attualmente frequentando un corso ad alta formazione sulla riabilitazione della voce artistica in ambito foniatrico. Mi piacerebbe al termine di questo continuare la mia formazione all’estero. la mia domanda è questa: esistono in inghilterra master o postgraduate degree specializzanti in un ambito specifico della logopedia? come esistono in USA si possono trovare anche in Europa master specifici su un argomento, nel mio caso sarebbe i disordini della voce, oppure i due anni sono per forza generali!? nauturalmente la mia domanda è aperta a chiunque ne sappia qualche cosa e i luoghi d’interesse per me sarebbero Europa e al massimo Canada.
Grazie mille
speriamo di capirci qualche cosa

eleonora magnelli

Anonimo

said

Ciao Eleonora,

scusa se ti rispondo con ritardo. Purtroppo non sono informatissima su queste cose dal momento che sono ormai rientrata in Italia da qualche anno, però so che questi corsi esistono. Io ti consiglierei di fare una ricerca su Google digitando Diploma / Masters + Voice, Voice Disorders o Voice Pathology. Nel frattempo ho trovato qualcosa alla UCL di Londra che potrebbe interessarti:

https://www.ucl.ac.uk/silva/biomedical-sciences/education/pg/taught-courses/voice-path

Ti consiglio anche di dare un’occhiata al sito delle varie università del Regno Unito e vedere cosa offrono…..

In bocca al lupo :))

L.

Anonimo

said

Buongiorno Lycinea,

Sono Geraldine. La tua esperienza riguardo al tuo rientro in Italia mi interessa molto. Infatti, sono una logopedista francese e adesso lavoro nel mio paese. Sto pensando di sistemarmi in Italia per un po’ e vorrei provare a fare la logopedista qui. Non sono sicura che il mio livello d’italiano sia sufficiente sopratutto per il nostro tipo di lavoro. Mi sono “specializzata” nel campo della sordità.
Puoi spiegarmi com’è avvenuto il riconoscimento della tua laurea inglese? Suppongo che tu sia italiana quindi non hai dovuto sostenere un esame di lingua?
Tornando qui, hai avuto difficoltà a trovare un lavoro? In Francia, il lavoro si trova abbastanza facilmente e abbiamo dei siti specializzati con tutti gli annunci dei diversi istituti e anche con proposte di collaborazione tra professionisti (divisi anche per regione). In Italia, esiste qualcosa di analogo?
Grazie in anticipo per le tue risposte.
Ciao.

Foto del profilo di crifrancesco

crifrancesco

said

ciao Geraldine 🙂 se vuoi posso darti qualche informazione generale io! Per quanto riguarda la facilità di trovare lavoro in Italia, beh credo che la situazione sia diversa nelle varie regioni, ma in generale non credo sia difficile inserirsi. Ad esempio in Sicilia c’è una richiesta altissima in molte province, tra cui a Palermo. Poi dipende anche dal tipo di lavoro che cerchi, se in un ospedale, in centri privati, privati convenzionati o come libera professionista.
Per quanto riguarda la lingua, credo che dovrai presentare qualche certificato, ma puoi chiedere informazioni più dettagliate alla FLI. Spero di essere stato utile 🙂

Anonimo

said

Ciao Crifrancesco,
Grazie per la tua risposta. In realtà, non so cosa sia piu comodo per lavorare qui: libera professionista o centri privati? A me, comunque, interessa sopratutto il campo della sordità quindi immagino che dovrei piuttosto inserirmi in un centro privato. Ma tu sai dove o come si cerca il lavoro di logopedista qui? Cioè dove trovo i nomi degli istituti, come sapere se cercano una logopedista al momento? (Dove sono gli annunci?)
Grazie ancora per la risposta.
Ciao.

Anonimo

said

Ciao Geraldine,
Scusa se ti rispondo con ritardo. Per far riconoscere la tua laurea in logopedia devi rivolgerti al Ministero della Salute. Questi ti chiederanno di presentare una serie di documenti tra cui il tuo Diploma di Laurea, il programma di studi, etc. Rivolgiti a loro per la procedura, ti consiglio di andare sulla pagina web del Ministero e cercare Riconoscimento Laurea per professioni sanitarie, o qualcosa del genere. Tutto dovrà essere tradotto in italiano e autenticato, io mi sono rivolta ad una traduttice italiana che poi ha provveduto a far autenticare da un tribunale italiano, le traduzioni dei documenti. Una volta mandati questi documenti, il Ministero li esaminerà e ti farà sapere, tramite lettera, se avrai bisogno di fare altri esami di logopedia e/o un esame in lingua italiana. A dire la verità, anche se sono italiana mi hanno chiesto di sostenere un esame, perché ho dovuto dimostrare che l’italiano era la mia prima lingua.

Comunque, se il tuo italiano parlato è come quello scritto allora non hai proprio niente di cui preoccuparti!! Ti faccio i miei complimenti:)

Per quanto riguarda il trovare lavoro, da quello che mi dici vedo che in Francia siete organizzati come in Inghilterra. Comunque, hai già un’idea di dove vorrai stabilirti qui in Italia? In quale regione? Io partirei da lì e farei delle ricerche utilizzando Internet. Crifrancesco ti ha già dato delle informazioni generali sulla Sicilia. Ti allego alcuni siti che potranno esserti utili per cercare informazioni:

Ente Nazionale Sordi: http://www.ens.it/

Istituto dei Sordi di Torino: http://www.istitutosorditorino.org/

Scuola statale primaria di Roma per sordi: http://www.isiss-magarottoroma.it/elementari/index.php?&carattere=s

Se fai una ricerca su Google puoi trovarne tante altre. Se vuoi informazioni sui centri privati, magari l’Ente Nazionale Sordi ti potrà aiutare. Una volta ottenuto il riconoscimento potrai iscriverti alla FLI (Federazione Logopedisti Italiani) della regione in cui risiedi e lì sono sicura che saranno in grado di aiutarti, anche mettendoti in contatto con logopediste che lavorano già nel campo della sordità.

Spero ti sia stato utile.

In bocca al lupo!!
L.

Anonimo

said

Ciao Lycinea,

Non preoccuparti per il “ritardo”, sei già stata molto gentile a rispondermi.
Grazie per tutte le informazioni che mi hai dato. Saranno molto utili. L’Istituto di Torino, lo conosco. Ci ho fatto un tirocinio due anni fa e le colleghe sono state simpaticissime. Quest’esperienza mi aveva già dato un’idea del sistemo italiano e anche delle mie proprie capacità a interagire con i pazienti in un’altra lingua della mia…E anche se ti ringrazio per il tuo complimento sul mio livello d’italiano, a dire il vero, penso di dover ancora migliorare soprattutto se voglio esercitare il nostro mestiere qui (ma cercherò di provarci).

Comunque, volevo anche sapere un po’ di piu della tua esperienza personale: è stato difficile ottenere l’equivalenza per te? Il Ministero non ti ha chiesto di fare altri esami, a parte quello di lingua? E per quest’ultimo, hai dovuto sostenere un livello C2?

Le mie altre domande riguardano la tua pratica. Infatti, i test che usiamo sono legati alla lingua quindi hai dovuto imparare a conoscere tutti i test italiani e anche i termini specifici che conoscevi bene in inglese ma forse a fatica in italiano?! Per la riabilitazione dei disturbi dell’articolazione, visto che i sistemi fonetici sono diversi, hai imparato lo stesso presso qualcuno? Hai fatto tirocini per “praticare”/ inserirti o non ne hai sentito il bisogno (essendo cmq madrelingua)? Insomma, ti sei sentita a tuo agio subito?

Ecco, scusami ancora per il disturbo ma mi sto chiedendo della fattibilità di questo mio progetto.
Grazie per il tempo che mi dedichi!
A bientôt.

Géraldine.

Anonimo

said

Ciao Geraldine,
Il Ministero non mi ha chiesto di fare altri esami perché il mio piano di studi ha soddisfatto i loro standard. Però, come ti dicevo, ho dovuto fare l’esame di italiano. Quindi ti troverai con altre persone che come te saranno lì per sostenere l’esame. Questo consiste in un dettato di, credo, 5 minuti, dopodiché a turno sarete chiamati alla cattedra dove ci sono 2 o 3 esaminatori. Questi vi chiederanno di leggere un paragrafo da un giornale, e forse commentarlo, ma questo non lo ricordo bene, a cui seguiranno alcune domande sulla vostra esperienza in logopedia all’università o al lavoro. Questo chiaramente gli da la possibilità di controllare up po’ di cose tipo l’ortografia, pronuncia e capacità di esprimersi correttamente in italiano. Ah si, ti faranno delle domande sulla grammatica, per esempio a me avevano chiesto l’uso dell’imperativo, ma ho visto che chiedevano anche la coniugazione dei verbi.

Si esatto mi sono studiata i test italiani che però non è che funzionano tanto diversamente da quelli inglesi e, presumo, francesi . Ho anche familiarizzato con i termini specifici in italiano e ti posso assicurare che ce ne sono alcuni che faccio tuttora un po’ fatica a capire/usare perché per me non hanno molto senso , mentre hanno molto più senso in inglese…ma sono pochi.

Per quanto riguarda i disturbi dell’articolazione e il sistema fonetico italiano, ho fatto un breve corso presso una mia collega che mi ha dato gli strumenti necessari per fare trascrizioni fonetiche. A livello fonetico il sistema italiano è molto più semplice di quello inglese, ma presumo anche di quello francese , infatti credo che il vostro includa molti più suoni di quello italiano o mi sbaglio? Per esempio, nel vostro sistema fonetico quante vocali avete? Quante consonanti? Quindi se fai un piccolo corso o magari chiedi ad una collega di aggiornarti dovresti essere a posto.

Io credo che il tuo progetto sia assolutamente fattibile, considerando tutta l’esperienza che hai nel tuo campo…

Ciao
L:

Anonimo

said

Ciao Lycinea,

Ancora grazie mille per il tuo messaggio e le sue informazioni preziose!
Stavo pensando di sostenere un esame di lingua prima di cominciare il processo dell’equivalenza ma forse è meglio sostenere direttamente quello proposto dal Ministero.

Penso che tu abbia ragione per il sistema fonetico francese sopratutto per le vocali (abbiamo 17 consonanti e 16 vocali + 3 “false” vocali). Infatti, abbiamo queste vocali nasali (an, on, in, eu) a volte difficili da pronunciare per gli stranieri e anche le vocali che possono essere chiuse o aperte (come da voi). Ma poi, mi sembra di assomigliare al sistema italiano con consonanti simili che sono sorde o sonore, occlusive, fricative, nasali,…Però, avete gli “ts, dz,…” che non esistono da noi.
Comunque, capisco che posso conoscerlo bene chiedendo un po’ di aiuto a una collega o facendo un corso veloce.

Ecco, encore merci per il tuo tempo e i tuoi messaggi. È stato molto istruttivo!
Plein de bonnes choses! À la prochaine!

Géraldine.

Foto del profilo di Eleees

Eleees

said

Buonasera a tutti! Mi sono appena iscritta a questo sito perché sono estremamente interessata a studiare logopedia all’estero: per questo mi rivolgo soprattutto all’utente Lycinea, dal momento che ho letto tutta la conversazione e le informazioni che ha scritto sono state preziose per me, spero che possa darmi una mano nello specifico riguardo ad alcune domande che ho. Se fosse così gentile gliene sarei grata. Sto studiando lingue all’università, sono all’ultimo anno, e dopo la laurea avrei intenzione di frequentare il corso post-graduate di Speech and Language Therapy alla City University di Londra, che a questo punto penso sia lo stesso che ha frequentato lei. La mia domanda è: si può frequentare questo corso con un qualsiasi tipo di laurea? Perché nelle informazioni sul sito dell’università c’è scritto “A minimum of five grade 4 (C) passes in GCSE or equivalent, including English and Mathematics.” e non so se si riferisca ai crediti acquisiti durante il primo bachelor o a qualcos’altro. E poi, il corso in sè vale come laurea magistrale o master?
Le volevo inoltre chiedere, se non c’è da fare un test d’ingresso ma un colloquio post tirocinio/esperienza sul campo, lo studente deve organizzarsi autonomamente oppure bisogna chiedere alla scuola?
La ringrazio moltissimo in anticipo. Eleonora

Stai vedendo 13 articoli - dal 61 a 73 (di 73 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Il portale

Creato nel 2001, il portale Logopedista.it rappresenta la presenza storica della logopedia italiana su internet. Da allora più di 13.000 persone si sono registrate e si sono confrontate su questi forum. In questo contesto storico dove, anche grazie ai social generalisti, molte informazioni scorrette circolano in rete, questo portale rimane un luogo dove trovare risposte date da veri professionisti del settore.

Community

Questa ultima versione del portale è totalmente orientata alla community, quindi oltre al classico forum, sono presenti tutti gli elementi tipici dei social network professionali.

Social Network

Potete seguirci anche su:
Twitter | Linkedin

Privacy Policy
Il portale è gestito da: Studio Logopedico Eco – Lusetti Silvia – P.I. 01972130353 – Piazza San Quirino,4, 42015 Correggio