Togliere “ESSE” ed “ERRE” moscia

Riproduci video

Con i termini rotacismo e sigmatismo si definiscono due disturbi fonetici, caratterizzati da un’errata pronuncia dei fonemi “R” e “S”.

Sono assai frequenti nella popolazione infantile e adulta e conosciuti con termini popolari:

  • il sigmatismo come zeppola, sifula, esse liscia, lisca, esse moscia, esse paperino,
  • il rotacismo come erre moscia o  erre francese.

Questi difetti di pronuncia spesso causano difficoltà emotive e psicologiche in coloro che ne sono affetti, poichè diventano vittime di offese, prese in giro, con conseguente crollo dell’autostima e ansia nell’esprimere il proprio pensiero verbale.

 

Le cause del sigmatismo sono principalmente di tipo funzionale, cioè dovute a un mancato apprendimento della corretta articolazione del suono per un uso prolungato del ciuccio e del biberon nella prima infanzia; spesso il sigmatismo è causato dal persistere della  deglutizione atipica, cioè quella infantile con spinta anteriore linguale.

Le cause del rotacismo invece possono essere di tipo funzionale, dovute ad un mancato apprendimento della vibrazione anteriore dell’apice linguale o di tipo organico, quando il frenulo sottolinguale è eccessivamente corto o spesso.

 

Il fonema R è uno dei suoni più difficile da apprendere nell’acquisizione del linguaggio ed è uno degli ultimi che compare. Il bambino inoltre apprende per imitazione, per cui se i genitori producono la “erre” in modo scorretto, probabilmente anche il bambino acquisirà lo stesso meccanismo articolatorio.

 

E’ possibile risolvere i problemi fonetici acquisendo consapevolezza del meccanismo articolatorio corretto, sperimentandolo attraverso prove ed esercizi e automatizzandolo con frequenza e costanza nell’allenamento.

Con i corsi online udemy imparare a pronunciare correttamente il fonema R e S è semplice, economico e possibile rimanendo a casa, dedicando agli esercizi il tempo necessario, investendo così sul proprio futuro espressivo e comunicativo.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp